Come essere felici all’istante!

Come essere felici è l’eterna ricerca dell’essere umano. Sicuramente anche tu ti sarai chiesto perché non hai ancora raggiunto questa condizione “stabile” di soddisfazione totale e come raggiungerla! 

Come essere felici: un viaggio nella storia

Se ne parla fin dall’antichità, infatti chi ha creato il termine “felice”, felix-icis, ha utilizzato la radice “fe-” che significa abbondanza, ricchezza e prosperità. I filosofi greci classici hanno raccolto tutte le loro riflessioni etiche e morali sotto il nome di “dottrine eudemonistiche”, utilizzando il termine greco eudaimonìa, che indicava gioia, ma anche, guarda un po’, accettazione del diverso e tranquillità con gli altri

La felicità è un concetto che si è trasformato ed evoluto nel tempo, prendendo significati diversi, guardiamo come…

Come essere felici all'istante!

Una “virtù” per i filosofi greci

“Chi dice di non cercarla è un bugiardo!” diceva Aristotele. Per i filosofi greci (Socrate, Platone e Aristotele) la felicità è una “virtù”, quindi “virtuoso” è colui che impara come essere felice, ovvero a comportarsi in modo buono, attraverso esercizi spirituali che rendono permanente il suo stato di felicità, superando il dolore sia fisico (vedi il mito di Androclo), che psicologico. Insomma il vir, l’uomo diventato adulto, lo standard diciamo, vive e si comporta così, in modo buono! Inoltre questi filosofi sostenevano che, per essere felici, non si deve avere la pretesa di volere qualcosa di completamente diverso da quello che si ha: se, ad esempio, un uomo povero vuole diventare ricco, dovrebbe pensare che la ricchezza si trovi già in ciò che possiede. Facile no? In ogni caso la “virtù” era considerata più importante della “conoscenza”, che è solo un mezzo per raggiungere la felicità/virtù!

Come essere felici all'istante!

La felicità nell’antica Roma

Per il poeta romano Seneca, i malvagi sono tali solo quando sono infelici. Nel mito di Androclo, togliere la spina dalla zampa del leone, significa togliere l’infelicità. Tolta la causa, gli uomini, come i leoni, ritornano felici e quindi buoni. Conosci questo mito narrato da Eliano e Aulo Gellio? Androclo era un giovane schiavo destinato a morte certa a causa dei leoni che doveva affrontare a mani nude nel Circo Massimo. Riuscì a salvarsi riacquistando la libertà, perché il leone che doveva combattere, gli si prostrò ai piedi, leccandogli le mani in segno di riconoscenza. Sai perché? Perché Androclo rimosse la causa della sua infelicità. Leggiamo insieme il mito su come essere felici

ANDROCLO E IL LEONE Come essere felici all'istante!

Lo schiavo Androclo, fuggito dal Forum Corneli e rifugiatosi in una caverna in Africa, venne a contatto con un feroce leone. Questo, sofferente ad una zampa per causa di una spina di rovo, trovò sollievo nelle cure dello schiavo che riuscì ad estrarre la spina dall’arto ferito. Da quel momento i due vissero insieme per tre anni aiutandosi a vicenda, fino a quando Androclo, stanco della vita selvaggia, si fece catturare dai soldati romani, che lo rimpatriarono condannandolo. Androclo gettato a forza nell’arena, si trovò di fronte al suo amico leone, che era stato catturato per essere utilizzato come strumento di morte nelle esecuzioni. Il felino riconobbe subito Androclo e non gli fece alcun male, anzi. L’imperatore chiese allo schiavo il motivo e concesse la grazia ad entrambi. Si narra che i due protagonisti passeggiassero tranquilli per le vie di Roma.

La felicità nel cristianesimo

Per il Cristianesimo, solo la religione può occuparsi di come essere felici: gli uomini possono raggiungere questa beatitudine solo con l’amore e l’amore è fusione col divino, basta leggere “L’amore è tutto” di Sant’Agostino.

Come essere felici all'istante!L’amore è tutto

Se tacete, tacete per amore. Se parlate, parlate per amore. Se correggete, correggete per amore. Se perdonate, perdonate per amore. Sia sempre in voi la radice dell’amore, perché solo da questa radice può scaturire l’amore. Amate, e fate ciò che volete. L’amore nelle avversità sopporta, nelle prosperità si modera, nelle sofferenze è forte, nelle opere buone è ilare, nelle tentazioni è sicuro, nell’ospitalità generoso, tra i veri fratelli lieto, tra i falsi paziente. E’ l’anima dei libri sacri, è virtù della profezia, è salvezza dei misteri, è forza della scienza, è frutto della fede, è ricchezza dei poveri, è vita di chi muore.

I filosofi moderni: dipende da te!

Se per i filosofi antichi la felicità è una forma di “virtù”, un concetto statico, per i filosofi moderni la felicità è frutto di un movimento dinamico, è una ad ventura, un avanzare verso cose future e la strada per arrivare a come essere felici, bisogna che ognuno la trovi da sé!

Hobbes riteneva che la felicità fosse un avanzare con minimi impedimenti verso traguardi avanzati. Per Kant la felicità è la ricerca di qualcosa in più. Per Cartesio, che aveva letto la favola di “Androclo e il leone”, la felicità si raggiunge togliendo la spina dalla zampa del leone, ovvero eliminando la causa dell’infelicità. La Felicità, per Spinoza, si raggiunge e culmina nel “desiderio di transizione”, quello di andar sempre avanti nel sapore di eternità. “L’eternità è già vita”, diceva Plotino e la felicità è il raro senso dell’eterno, la plenitudo vitae, la pienezza della vita.

Politica e Felicità

Anche la politica si occupa di Felicità? Certamente! Generalmente non la garantisce, ma non la impedisce!

Nell’articolo 3, la Costituzione italiana non garantisce la felicità, ma promette di rimuovere gli ostacoli che impediscono la piena realizzazione della natura umana.

Come essere felici all'istante!Attenzione! Nella Costituzione americana la Felicità è un diritto inalienabile (n.d.r. che non può essere né venduto né ceduto) scritto a chiare lettere: “Tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca delle Felicità; allo scopo di garantire questi diritti, sono creati fra gli uomini i Governi, i quali derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; ogni qual volta una qualsiasi forma di Governo, tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o distruggerlo, e creare un nuovo governo, che ponga le sue fondamenta su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che al popolo sembri più probabile per apportare Sicurezza e Felicità.” Per approfondire…

E nella società moderna?

Come essere felici all'istante!

Nel 2019 la felicità corrisponde ad una ricerca di sicurezza, comodità e libertà (di fare quello che ci piace di più). Ma vi sarete accorti che nonostante siate riusciti a raggiungere più o meno questi obbiettivi, a volte anche di “successo”, la felicità ci sfugge ancora. Come mai?

L’essere umano insegue la felicità per tutta la vita e questo sembrerebbe cosa buona e giusta, tutti abbiamo il diritto di perseguire la nostra realizzazione, eppure non lo è per un semplice motivo: abbiamo frainteso il significato della parola felicità!

Come essere felici: all’istante e in modo autentico!

Come spiego ai ragazzi nei nostri per-corsi nelle scuole e nelle formazioni docenti e genitori… arriviamo al punto! Date le premesse sembrerebbe una presa in giro, giusto? Ma non lo è! Fai un bel respiro profondo… ed elimina la parola “felicità”, falla letteralmente uscire dal tuo vocabolario e dal tuo linguaggio! Pensaci un attimo… è bullshit, è un “artefatto”, è un modello creato dall’essere umano per esprimere un giudizio. Non farti fregare, non potrai mai raggiungerla, nessuno in realtà l’ha mai fatto! Renditi conto che cercare la felicità, sforzarsi per diventare felici o fingere di esserlo, sono, a tutti gli effetti, bugie che ti racconti o ti raccontano, generalmente in cambio di denaro! 

Viviamo con la convinzione che la felicità, abbia a che fare col cambiare o migliorare la realtà che ci circonda: case, cose, relazioni, lavoro, diplomi, etc. Con questa convinzione, tutti i santi giorni ci scervelliamo, lottiamo, sgomitiamo, progettiamo, lavoriamo duramente e rubiamo energia in tanti modi diversi, e questa non è di certo la via di come essere felice. “La vita non è un problema da risolvere, ma un mistero da vivere” diceva Osho. Ti ricordi la canzone “Depende”? Jarabe De Palo canta “Tutto dipende da come guardi il mondo…”, ovvero da come percepisci la realtà e questo è un bene, perché dipende esclusivamente da te, non devi aspettare il cambiamento di nessuno, ripeto, di nessuno! Dipende da te se valutare un fatto positivamente o negativamente (il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto), con conseguenze diametralmente opposte ovviamente! 

Un esempio…

Ma, da cosa dipende? Dal tuo “livello” di coscienza! Ti faccio un esempio, tratto dal mio libro “Eroe in 4 mosse”:

“Mia nonna paterna viveva percependo il mondo come un continuo “attacco”: cosa creava da quel livello di coscienza? Una realtà grigia e triste, piena di giudizi e pre-giudizi. Proiettava costantemente le sue paure, ergo viveva isolata. Tra una sigaretta e l’altra, la sua esclamazione preferita, con tanto di rughe all’ingiù, “Oh! povera Italia”, era la perfetta scenografia alla sua recita da vittima.

Viceversa mia nonna materna era una creatrice, una forgiatrice: dalla sua fucina sbocciavano fiori che impreziosivano abiti e cappelli di nobili e principesse. Oltre ad essere un’artista molto apprezzata, era fantasiosa in ogni campo. Aveva una peculiarità: amava fare scherzi non solo a noi bambini, ma anche agli “adultini” e spesso aveva anche un complice insospettabile. Quando, a gran richiesta, ce li raccontava nei dettagli, lei per prima rideva a crepapelle anche a distanza di anni.

Queste donne, apparentemente nelle stesse condizioni ambientali, culturali, economiche e sentimentali, ma con livelli di coscienza diversi, hanno creato due realtà opposte, evidenti ai miei occhi di bambina.

Secondo te, i nipoti chi preferivano andare a trovare? Qual è l’ingrediente che ha fatto veramente la differenza nelle loro vite?

SEGRETO n.11: l’Eroe sa che l’energia risponde al ruolo che sta interpretando

Essere autentici: il nostro “vero” successo!

Cari Amici, essere autentici è ben diverso (ed auspicabile) che essere felici! Significa non cercare di essere solo i buoni, i bravi e i belli della storia. Per diventare autentici, bisogna scendere anche nell’inferno buio dei nostri tenebrosi drammi, scoprendo che, osservandoli semplicemente senza giudicarli buoni o cattivi, giusti o sbagliati… il buio piano piano si dissolve e rimaniamo noi, nella bellezza della nostra storia! 

Di fatto, non siamo qui per studiare e imparare come essere felici, bensì per fare esperienza! La vita è un’esperienza senza scopi, né fini specifici se non quello di ricordarci chi siamo (creatori di realtà) e vivere come tali, pittori che dipingono la tela della propria vita a proprio gusto, sentire e piacere, senza distrazioni, perché il rischio, in quest’ultimo caso, è quello di dipingere la propria tela con gusti, tratti e colori altrui. Di qui il nostro inferno in terra! 

Prendiamo insieme un bel respiro profondo con tutto ciò….

Siam felici? I miei saluti…

Da parte mia ti ringrazio per l’attenzione e la fiducia che hai riposto in questo articolo “come essere felice all’istante” 🙂

A proposito di coscienza, atteggiamento e modalità, ne parleremo ancora e ancora nei prossimi articoli… perché sono la base di una vita autentica, dove tutto il falso ed il superfluo scivolano via da soli e rimane la bellezza e l’essenza di noi nella nostra esperienza! Questo sì che fa sorgere un bel sorriso sulle nostre labbra 🙂

Se desideri qualche chiarimento o hai qualche dubbio riguardo questo argomento puoi commentare qui sotto, prometto di risponderti nel più breve tempo possibile!

Nel frattempo… ti auguro il meglio del meglio e nulla di meno!

Piuma

PS: Vuoi cominciare da subito a vivere in modo “autentico”? Leggi questo manuale interattivo, facile e divertente. Best Seller in 1 ora nel campo Educazione…. se lo leggono i ragazzi, vuoi non leggerlo TU?! Se vuoi incontrarmi —-> i miei eventi

SI, VOGLIO ricevere subito il Manuale cartaceo

Se ti è piaciuto condividi
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piuma Cristiana Ardito

L'Associazione della Cultura del Buon Umore

Io credo fortemente che ogni essere umano abbia il potenziale per diventare un Eroe di “Nuova Generazione” e donare al mondo i suoi talenti unici. Non più vittime o predatori, ma creatori di una vita ricca di significato. Anche tu?

                                                 Piuma

  • Docente esterna esperta in interventi educativi con incarichi in ambito socio-pedagogico
  • Dedita alle Relazioni di Aiuto, da 18 anni “Aiuto ad aiutarsi!”  
  • Coordinatrice nazionale del Progetto “Nuovo modello educativo italiano socio-relazionale” Aula del Buon Umore®

SCOPRI l’Eroe che c’è in TE!

In 4 MOSSE trasformerai la tua vita:

🙂 Affronterai le sfide con il sorriso

🙂 Sarai più giovane, più sano e avrai molta più energia

🙂 Inizierai a vivere come un VERO Eroe in carne ed ossa!

🙂 Sarai molto orgoglioso di TE

 

SI, voglio riceverlo subito!

Categorie

Scroll to Top

ELIMINA la sofferenza dalla TUA vita

SCOPRI l’EROE che c’è in TE!

EROE in 4 MOSSE Best Seller

Tempo di lettura: 4 ore
Difficoltà: facile
Pubblico: 10-100 anni
Costo cartaceo: 10€
RECENSIONI : 5 STELLE

5/5